Cos’è lo svezzamento?

Il passaggio dall’alimentazione lattea all’introduzione di cibi solidi rappresenta un’importante tappa di crescita sia per il bambino che per la famiglia.

Secondo le indicazioni dell’OMS l’allattamento esclusivo al seno dovrebbe essere proseguito fino al 6 mese compiuto di età e solo successivamente è prevista la graduale introduzione di cibi complementari.

Come affrontare lo svezzamento?

Di fronte a questo grande cambiamento si innescano tante paure tra l’incertezza di quale strada intraprendere, tra le tante proposte che arrivano dall’esterno, il timore di sbagliare, la preoccupazione su come reagirà il bambino e l’ansia di saper proporre cibi attraenti, sani e buoni. Specialmente oggi che tante sono le ricette e le indicazioni spesso contrastanti per affrontare questo momento fondamentale nello sviluppo del bambino e che pone solide basi per la salute del futuro adulto.

Si tratta di un grande passaggio in generale che coincide con il terzo trimestre di esogestazione, periodo in cui il bambino acquisisce da un lato interesse e curiosità e dall’altro strumenti per entrare in modo attivo nel mondo, iniziando un lento e progressivo processo di autonomia.

Non si tratta quindi di una tappa legata solo all’alimentazione ma coinvolge in maniera più ampia il processo di crescita fisica ed emotiva del cucciolo d’uomo che si potrà esprimere in diverse direzioni. D’altra parte questo è un momento in cui si inserisce un diverso tempo e altri bisogni per la donna, che in questo periodo spesso inizia a riavvicinarsi al mondo del lavoro.

È una tappa piena di curiosità, scoperte, confronti, in cui possono emergere nuove esigenze e nuove riflessioni.

Lo svezzamento del bambino spesso induce tutta la famiglia a riflettere anche sulla propria alimentazione e può diventare così un’occasione per fare più attenzione alla scelta e alla qualità del cibo che portiamo in tavola, oltre che dare spunti sulla capacità di cucinare e trasformare gli alimenti in cibo buono e sano per tutti.

Si capirà l’importanza di educare al gusto, ai sapori, e quindi infine alla scelta. Successivamente potrà essere l’occasione anche di giocare con il bambino alla cucina, al pasticciare con le mani, a sviluppare capacità creativa usando il corpo.

Come fare ad assecondare il bisogno di autonomia dei bambini, educarli da subito a scelte alimentari consapevoli, e nel contempo stemperare le paure, che spesso sorgono, legate al soffocamento? Il taglio sicuro delle verdure e degli alimenti, alcune ricette che seguono le capacità del bambino, l’educazione alla masticazione, le abilità dei bambini, sono tutte strategie vincenti che verranno spiegate durante il corso in modo dettagliato.

Sui pericoli dell’ostruzione delle vie respiratorie (paura molto condivisa) e sull’informazione sulla dentizione del bambino (qualità della masticazione e sviluppo della bocca in generale), proponiamo due approfondimenti.

Il corso di primo soccorso tenuto da una ostetrica dell’associazione e il seminario sullo sviluppo della bocca e della dentizione tenuto da una dentista specializzata su questi temi.

Il corso sullo svezzamento ti dà la opportunità di essere accompagnata in questo viaggio offrendoti gli strumenti per introdurre gradualmente il cambiamento di alimentazione nel rispetto della fisiologia del tuo bambino e dei bisogni della mamma e della famiglia. Ti aiuterà a orientarti tra le varie proposte (svezzamento e/o autosvezzamento), ti fornirà sostegno e guida, ti insegnerà a cucinare e a usare alimenti nuovi e insoliti.

Ti offrirà inoltre lo spazio per confrontarti con altre mamme, scambiare dubbi e ricette, far tesoro dell’esperienza di ciascuno e favorire la trasmissione di cultura tra le persona.

Il corso sarà tenuto da due figure che interveranno con la loro competenza su vari piani.

L’ostetrica Paola Iop, che darà una visone generale sulla tappa come evoluzione di crescita del bambino e della mamma.

Mary Cicciopastore, una mamma esperta di cucina che ha sperimentato con i suoi tre figli e che ha avuto la curiosità e la passione di approfondire e formarsi sul tema. Mary entrerà nel vivo della cucina dandovi tutti gli strumenti per consentirvi di vivere il momento dei pasti con serenità e gioia, attraverso dimostrazioni pratiche di quello che potrebbe essere un menu quotidiano tipico, sano, buono e felice.

  • cogliere i segnali per capire quando il bambino è pronto;
  • i cibi da proporre in base all’età dei bambini, alla stagionalità, alle cure di cui possono aver bisogno;
  • taglio sicuro degli alimenti per prevenire il rischio di soffocamento;
  • comporre un piatto equilibrato;
  • la novità, la sperimentazione e la crescita;
  • educare al gusto;
  • imparare a cucinare e a trasformare le materie prime;
  • introdurre cibi nuovi;
  • ricette da preparare insieme (e gli assaggi);
  • educare alla autonomia e alla libertà;
  • piccoli accorgimenti per preparare un menu che vada bene per tutta la famiglia;
  • vivere con pienezza e giocosità un’occasione di crescita insieme al bimbo.
  • 5 aprile 2024 alle ore 14:00
  • 24 maggio 2024 alle ore 14:00
  • 8 - 15 - 22 marzo e 5 aprile 2024 alle ore 10:00
  • 19 aprile e 3 - 10 - 24 maggio 2024 alle ore 10:00
  • 6 - 14 - 21 - 28 giugno 2024 alle ore 10:00

L’incontro informativo online è gratuito.
Il costo del corso è di €125 e comprende 5 incontri.

Puoi chiamare in associazione per ulteriori informazioni.